Il centro turistico Monte Fuso








Non perdete l'occasione di visitare un parco naturale davvero speciale ed unico che si trova nell'alta valle del Termina, uno degli affluenti del fiume Enza. Si tratta del Centro Turistico Monte Fuso, una riserva naturale comprendente un ampio territorio di alta collina e montagna dalla vegetazione varia e rigogliosa situato nel comune di Neviano Arduini. Il Centro è nato nel 1972 con lo scopo di proteggere e far riprodurre la fauna; nel corso degli ultimi anni è stato completamente ristrutturato e rinnovato grazie all'intervento della Provincia di Parma e di diverse realtà locali. Assieme alle nuove strutture turistiche e didattiche si è cercatodi far crescere l'intero territorio circostante, coinvolgendo la sua popolazione e creando una coscienza ambientalista. Il tentativo ha avuto grande successo: il Centro conta numerosissimi visitatori e nel Nevianese si sono moltiplicate le iniziative per valorizzare le ricchezze naturali, oltre che storiche ed artistiche, del territorio.

Entrando nel Centro Turistico troviamo un ufficio informazioni e diversi servizi, tra i quali un bar, un'area camper attrezzata, un'area picnic con barbeque ad uso pubblico ed un ampio spazio giochi per bambini. A poca distanza dalle strutture ricettive si trova poi il Centro faunistico, un'ampia area recintata del perimetro di circa due chilometri e mezzo, che ospita oltre ottanta ungulati, fra cervi, daini, caprioli e mufloni. All'interno dell'area faunistica si trovano un'aula laboratorio per attività didattiche con le scuole ed un'ampia sala per convegni e proiezioni.
Percorrendo il sentiero che costeggia la recinzione (difficoltà media, un'ora e mezza di cammino circa), numerose bacheche forniscono preziose informazioni su flora e fauna; speciali pannelli fotografici illustrano poi al turista gli scorci panoramici, che dal bosco e soprattutto dal crinale si aprono sulla Val d'Enza, sulla pianura e le Alpi. In genere non è difficile riuscire ad avvistare almeno qualche esemplare di cervo, di capriolo, di daino o di muflone. Nel caso di percorsi guidati, è addirittura possibile accedere ad alcune parti dell'area recintata, dove sono allestite una torretta ed alcune zone di avvistamento. Oltre agli ungulati, sono presenti fagiani, pavoni e diversi piccoli mammiferi (volpi, faine, scoiattoli e via dicendo).

La visita al Monte Fuso permette anche di conoscere molte varietà di alberi, tra i quali soprattutto querce, castagni, carpini, frassini, ciliegi, noci, meli selvatici e aceri. C'è anche un grande e bellissimo tiglio, pianta secolare divenuta simbolo del Centro. Svariati sono anche gli arbusti, che permettono di scoprire essenze e profumi tra i più caratteristici dell'Appennino: noccioli, sorbi, maggiociondoli, rose canine, cornioli, ginepri e ginestre.
Oltre alla passeggiata che costeggia il recinto del Centro faunistico sono possibili diverse altre escursioni, seguendo qualcuno dei molti sentieri attrezzati della zona. Nel periodo estivo il centro ospita anche un campo-base degli scout. Ma al di là delle attività turistiche, certo di grande rilievo ed importanza, non si deve dimenticare l'attività didattico-ambientale, che è la più importante ed innovativa del Centro: vengono proposti alle scuole dei percorsi guidati, che possono riguardare la conoscenza generale di flora e fauna, oppure concentrarsi su qualche aspetto iin particolare (es. vita del cervo, ecc.). Il Centro propone alle scuole anche una serie di itinerari alla scoperta degli antichi mestieri della montagna (con visite ad una carbonaia, ad una fornace per mattoni e agli essicatoi per le castagne.

Centro Turistico Monte Fuso, tel. 0521-840151




Turismo Sportivo S.Ca.R.L. Via Nazionale, 146 43042 BERCETO (PR) P.IVA: 00520660341 Cod.Fisc. 80003330349 Tel: 0525/64521 Fax: 0525/629014 www.campingipianelli.it e-mail: info@campingipianelli.it